Location, Location, Location: come garantire un sicuro Successo al proprio Ristorante

Non è un caso se il primo Articolo di questa sezione è dedicato ai Criteri di Valutazione che bisogna assolutamente rispettare nella scelta della LOCATION dove sorgerà il vostro Ristorante.

Quando nei prossimi Post vi spiegheremo come si redige un BUSINESS PLAN, imparerete a capire un concetto fondamentale:

“Non ha senso parlare della necessità di un giusto CONCEPT, di un accogliente DESIGN, di un perfetto MENU, di un diligente SERVIZIO, di un eccellente MANAGEMENT TEAM, di una mirata STRATEGIA di MARKETING e delle necessarie RISORSE ECONOMICO/FINANZIARIE se non si considera l’obbligo tassativo di  scegliere innanzi tutto la perfetta LOCATION

A meno che non facciate parte della categoria dei Masochisti, Martiri, Benefattori o dolci Sognatori, vi consiglio di considerare l’affermazione di cui sopra come un MUST.

Quindi prima di decidere la  Città, Zona, il Quartiere, la Via, il Punto, l’Anfratto dove Sorgerà e Vivrà il vostro Ristorante sedetevi, rilassatevi e raccogliete tutte le Energie per concentrarvi e leggere questo Articolo.

La scelta della giusta LOCATION dove far sorgere il vostro Ristorante determina in modo Immutabile e Permanente  il suo Andamento a prescindere da qualsiasi altra Strategia volta al suo Funzionamento.

“UNA LOCATION È PER SEMPRE”

A meno che non abbiate deciso di acquistare un Food-Truck per avere la possibilità di offrire i vostri Prodotti e Servizi ogni giorno in una Città o Quartiere diverso, è necessario analizzare bene e preventivamente tutti i Fattori che rivelano e determinano le Qualità o meno di una LOCATION rispetto ad un’altra.

Non abbiate fretta, non siate superficiali, al bando qualsiasi valutazione fondata sulla vostra ostinata PASSIONE, gioioso ENTUSIASMO e scellerata SUPERFICIALITÀ. (Vedi Articolo nella sezione “CRESCITA PERSONALE”)

Siate seri, professionali.

È in gioco il vostro futuro ovvero il vostro Successo o Fallimento.

Il Ristorante è una Azienda che richiede Attività di Impresa.
Non è un gioco da ragazzi alla portata di tutti.

Se conoscete qualcuno che si sta domandando perché il suo Ristorante è sempre vuoto o non pieno abbastanza, nonostante offra il miglior Menù della Città  con il miglior Servizio ed Atmosfera, e se si meraviglia del fatto che la sua Cassa è sempre vuota nonostante tutti gli Sforzi, Sacrifici, gli Investimenti fatti in ramo di Marketing, bene,ora conoscete la risposta:

“Ha sbagliato LOCATION e al momento della sua scelta ha sottovalutato alcune sue connotazioni Negative e sopravvalutato alcune sue connotazioni Positive

Prima di tutto assicuratevi che le Casse del vostro Ristorante vengano alimentate e impinguate dal flusso di Denaro proveniente da ciò che tecnicamente viene chiamato TRAFFICO NATURALE, ovvero dalla gente che visita e spende giornalmente nel vostro LOCALE senza che voi abbiate mosso un dito, senza che abbiate speso un centesimo di Pubblicità.

Perché spendere Soldi, Tempo ed Energie nel cercare di convogliare CLIENTI nel vostro magnifico Ristorante posto “sfortunatamente” in una stradina di poco passaggio, a tre isolati dal centro Città, con assenza di agevoli parcheggi?

Perché aprire un romantico Ristorante con Servizio serale in una zona periferica destinata alla collocazione di soli uffici e banche?

Perché aprire un elegante Ristorante “à la Carte”, con Cantina Vini e un Cameriere per tavolo, in una zona frequentata da soli giovani e piena zeppa di Pub?

La scelta della giusta LOCATION innesca un Processo automatico di INTROITI COSTANTI  senza la necessità di monitorare costantemente la sua Efficienza e senza bisogno di effettuare Implementazioni.

Come è possibile attuare tutto ciò?

Affinché  si possa scegliere la giusta LOCATION per il proprio Ristorante occorre analizzare alcuni Fattori fondamentali dai quali non si può prescindere, pena il rischio di veder vanificati tutti i propri sforzi entro i classici “Primi Tre Anni”.

Fig. 4.1.1
FATTORI CHE DETERMINANO LA SCELTA DELLA GIUSTA LOCATION

I primi tre Fattori da analizzare sono il CONCEPT del proprio Ristorante, il tipo di CLIENTE al quale imprescindibilmente si rivolge e la sua potenziale CONCORRENZA.

IL CONCEPT

Che voi lo crediate o no, la celta del vostro CONCEPT  determinerà per sempre il tipo di CLIENTE che lo frequenterà.

Il CONCEPT di un Ristorante esprime  il complesso di caratteristiche atte a provocare ed attirare l’attenzione di un determinato PUBBLICO al fine di trasformarlo da Cliente Potenziale a Cliente Fidelizzato.

Fig. 4.1.2
RESTAURANT CONCEPT

Esso è il risultato dell’unione tra il FATTORE « i » , il TIPO DI CUCINA offerto, lo STILE DI DESIGN proposto, e il LIVELLO DI SERVIZIO garantito.

Analizziamoli uno per uno.

FATTORE « I »

Quando iniziamo a percepire il Desiderio, il Sogno di aprire un Ristorante tutti noi siamo pervasi da mille pensieri.
La nostra mente inizia ad elaborarli fino a delineare un Oggetto dai contorni sempre più marcati e precisi.
Il nostro CONCEPT prende Forma.

Tale Forma è frutto di una pura IMMAGINE/Immaginazione, scaturisce da un’IDEA/Idealizzazione o è opera del vostro INTUITO /Intuizione?

Fig. 4.1.3
IL FATTORE « I »

Nella sezione PSICOLOGIA DELLA RISTORAZIONE abbiamo descritto dettagliatamente il significato e l’importanza del FATTORE « i » e vi consiglio di prenderne visione cliccando qui.

Per quel che ci riguarda in questa sezione, sappiate che tutti i Ristoranti di successo sono esclusivamente frutto di una GENIALE INTUIZIONE, quello che i Marketer chiamano “THE BIG IDEA”, ma che personalmente chiamerei “THE BIG INTUITION”.

THE BIG INTUITION rappresenta ciò che attira, impressiona e si imprime nella mente di un CLIENTE portandolo pian piano a scegliere e ad affezionarsi ad un PRODOTTO/SERVIZIO invece che ad un altro.

Essa può riguardare qualsiasi aspetto del vostro Ristorante.

Potreste decidere di cucinare solo ricette a base di uova provenienti da diversi animali: gallina, struzzo, piccione, salmone, cefalo, storione e cosi via.

Potreste decidere di far mangiare i vostri Clienti con i piedi in ammollo in vasche piene di tanti pesciolini Gara Rufa pronti a fargli un pedicure.

Potreste decidere di adottare dei robot come Camerieri pronti a fornire un ottimo e puntuale Servizio.

Qualsiasi cosa provochi una Sorpresa, un’inaspettato e piacevole Plus-Valore.

“THE BIG INTUITION” risponde anche alla domanda dei vostri Clienti :

“PERCHÉ DOVREMMO ANDARE E SPENDERE IN QUEL RISTORANTE?”

Il PERCHÈ di un Ristorante rappresenta ciò che le persone riferiranno riguardo ad esso ai loro Amici.
Rappresenta l’Esperienza che racconteranno e che essi condivideranno con loro e sui Social Media.

Quindi il “PERCHÉ” del nostro Ristorante aumenta la credibilità della nostra “BIG INTUITION” e la rende talmente interessante da spingere i nostri Clienti a riferirla e condividerla con altri.

“In quel ristorante cucinano un filetto buonissimo su una piastra ad energia solare. È fantastico, provalo!”

“Quel ristorante è elegantissimo. Hanno una terrazza con vista sul Colosseo ed è  frequentato da gente alla Moda, andiamoci anche noi!”

“In quel ristorante offrono un servizio eccellente e dei piatti buonissimi. Ti servono da Re e costa tutto pochissimo, proviamolo!”

TIPO DI CUCINA

Vi siete mai domandati perché in un Ristorante Etnico non annovererà mai , tra i suo CLIENTI un alto numero di persone amanti della “Lasagna della propria Mamma”? E riuscite ad immaginare perché questi ultimi preferiscano frequentare OSTERIE o TRATTORIE?

Il TIPO DI CUCINA di un Ristorante attira inevitabilmente una determinato TIPO di CLIENTE piuttosto che un altro. Crea una selezione naturale capace di attirare e aumentare il numero di CLIENTI o di allontanarlo e diminuirlo in modo drastico e controproducente.

Ad esempio, un Ristorante di CUCINA TRADIZIONALE  SICILIANA sarà frequentato ed apprezzato da un tipo di Clientela diversa da quella di un Ristorante di CUCINA VEGANA.

Il primo attirerà persone che amano i Sapori e il Calore della Tradizione, il secondo attirerà coloro che amano la Vita all’Aria Aperta, il Wellness, lo Sport.

Come vedremo, gli atteggiamenti assunti da un CLIENTE/CONSUMATORE verso un BENE, SERVIZIO, VALORE descrivono la sua PSICOGRAFIA e quindi la sua propensione a scegliere, nel nostro caso, un Ristorante piuttosto che un altro.

Pertanto non potremo mai pretendere di attirare nel nostro AMERICAN GRILL HOUSE una comitiva di Animalisti convinti o una Coppia di Fidanzati in cerca di un ristorantino romantico.

Quando parleremo del CLIENTE, vedremo che ogni ZONA della CITTÀ è tendenzialmente abitata e frequentata da persone che condividono gli stessi ATTEGGIAMENTI PSICOGRAFICI, e quindi capiremo che sarà inopportuno aprire una Mensa Universitaria in un QUARTIERE chic di Milano

STILE DI DESIGN

Il DESIGN del nostro Ristorante determinerà anch’esso il tipo di CLIENTE che ne usufruirà.

In un QUARTIERE POPOLARE, abitato da famiglie di operai ed impiegati, l’apertura di un Ristorante elegante con arredi di pregio, Roof Garden e Lounge Bar  potrebbe non riscuotere il successo dovuto, anche in caso di impiego di massicce campagne di Marketing.

Al contrario un Fast Food o un Ristorante Casual Dining, per esempio una Trattoria-Pizzeria, con un arredo semplice ed essenziale potrebbero riscuotere un immediato consenso garantendosi un buona probabilità di Successo.

Cosi come ogni Persona o Gruppo di Persone sceglie un personale stile di abbigliamento, così ogni TIPO DI CLIENTE o SEGMENTO DI CLIENTELA preferisce scegliere il Ristorante avente lo STILE DI DESIGN che più rispecchia la sua Personalità e Estrazione Sociale.

Grandi o piccole vetrine, un arredo più o meno elegante, sedute più o meno comode, luci più o meno soffuse, rappresenteranno il nostro STILE e determinerà la TIPOLOGIA della nostra CLIENTELA ovvero un Gruppo di Persone simili in fatto di Età, Sesso, Razza, Educazione, Occupazione, Stato Sociale.

Tali connotazioni prendono il nome di CARATTERISTICHE DEMOGRAFICHE e spiegano la diversa fisionomia di un QUARTIERE  rispetto ad un altro.

Pertanto sarà doveroso aprire il nostro ristorante nella ZONA, QUARTIERE, VIA più confacente.

Andreste mai ad una Cerimonia importante, in Siberia, d’inverno, in costume da bagno?

Gli invitati, appartenenti quasi sicuramente allo stesso PROFILO DEMOGRAFICO e PSICOGRAFICO, per esempio Professionisti nel Campo Finanziario, potrebbero apprezzare il colore del vostro costume da bagno ed il vostro fisico statuario, ma probabilmente non sarebbero del tutto disposti ad approcciarvi ed ad instaurare un dialogo con voi anche se foste un premio Nobel.

Un comitiva di amici Punk, avrebbe qualche difficoltà a frequentare un qualsiasi punto di Ristoro sorto difronte ad un convento di Suore di Clausura.

LIVELLO DI SERVIZIO

Per il LIVELLO DI SERVIZIO valgono le stesse regole e logiche di comportamento proprie del TIPO DI CUCINA e STILE DI DESIGN.

Il SERVIZIO di un Ristorante é rappresentato dall’insieme dei Processi necessari alla Produzione di specifici Prodotti e dall’ insieme di tutte le Attività rivolte a renderli disponibili sulla tavola dei CLIENTI affinché possano usufruirne nel modo più facile, rapido, comodo ed efficiente possibile e possano così sperimentare un’Esperienza unica e gratificante.

Ad ogni cliente il suo SERVIZIO!

Per quanto possa sembrare intelligente impiegare una Hostess per accogliere i CLIENTIall’interno di una OSTERIA, detta Idea potrebbe rivelarsi  incoerente, dispendiosa e potenzialmente dannosa.

Il classico CLIENTE da OSTERIA, deciso a mangiar abbondantemente e a pagar poco, potrebbe percepire la presenza di una Hostess come un segnale indicatore di Prezzi più alti della media e potrebbe paradossalmente allontanarlo ancor prima che controlli il nostro MENU.

Si creerebbe un immediato senso di confusione , smarrimento, indecisione, quello che comunemente viene chiamato SERVICE GAP. La percezione del CLIENTE riguardo a ciò che realmente siamo, un’OSTERIA, sarebbe falsata portandolo a cambiare Idea e scegliere un’OSTERIA più Tradizionale.

Esistono quattro Macro Tipologie di Ristorante ognuna con il proprio LIVELLO DI SERVIZIO:


FAST FOOD 

Frequentato da  persone di Età compresa tra i 15-35 anni, di Atteggiamento spontaneo ma scostante;  amanti dello shopping e delle serate trascorse fuori con amici. Hanno Bassa Capacità di Spesa.

Sono attratte dal  Basso Costo e dalla Quantità senza badare alla Qualità del Cibo e del Servizio.
Amano un Arredamento minimalista ed essenziale.

La LOCATION richiede un posizionamento in ZONE ad alta Densità di Popolazione e di grande passaggio pedonale.

AMERICAN BAR & BISTROT 

Frequentato d persone di Età compresa tra i 25-45 anni, di Atteggiamento spontaneo ed in parte programmato, hanno una  Medio-Alta Capacità di Spesa.

Sono amanti del buon Bere, amano un ambiente accogliente dove socializzare ed interagire. Sono attratti dalla novità del momento.

La Qualità del Servizio e del Cibo è importante ma non determinante.

Essi non badano al Prezzo se giustificato e determinato da ciò che gli Inglesi chiamano “Neighbourhood Factors” ovvero dal tipo di COMMUNITY che gravita intorno alla ZONA della LOCATION che ne determina la Qualità e il Fascino.

Non tollerano la presenza di bambini e delle rispettive famiglie.

CASUAL DINING

Frequentato da Famiglie con Figli di Età al disotto dei 16 anni; hanno un Atteggiamento responsabile e programmato.

Hanno una Medio-Bassa Capacità di Spesa causata dal sostenimento delle spese di  Famiglia.
Sono più attratti dalla Quantità del Cibo piuttosto che della Qualità.

Apprezzato un Menu e un Servizio attento alle esigenze dei Bambini.

Sono attratte da Location sicure, possibilmente nelle vicinanze di altre Infrastrutture dedite all’Intrattenimento per Bambini.

Frequentato anche da Gruppi eterogenei di Amici di qualsiasi Età e desiderosi di riunirsi in un Ambiente Semplice ed Informale. Sono disposti a spostarsi.

FINE DINING

Frequentato da un CLIENTELA di Età superiore ai 35 anni di Alta Capacità di Spesa.

Ama programmare le proprie serate con largo anticipo dietro prenotazione.

Estremamente esigente, non bada a spese se giustificate dalla Alta qualità del Cibo e del Sevizio avvolti in un Atmosfera fatta di Prestigio ed Esclusività.

Ama tutti i Comfort.

Frequenta solo LOCATION poste in ZONE eleganti, possibilmente vicine a locali alla Moda e raggiungibili in un arco di tempo non superiore ai trenta minuti.


Quindi, se  decidiamo di aprire un Ristorante , sappiate che dovremo tenere obbligatoriamente conto di quanto descritto.

Ad ogni CONCEPT corrisponde una sola e potenziale ZONA, QUARTIERE, VIA della Città dove sarà possibile e utile ubicarlo.

Se dovessimo aprire in una ZONA diversa da quella preposta andremmo in contro ad inutili Sacrifici e pericolose Difficoltà.

IL CLIENTE

In senso comune il CLIENTE è colui che  si avvale dei PRODOTTI/SERVIZI forniti da uno stesso PRODUTTORE/FORNITORE in modo Ripetuto ed Abituale. 

Nell’esercizio della vostra ATTIVITÀ DI RISTORAZIONE, qualunque sia il vostro CONCEPT, il vostro unico pensiero, preoccupazione dovrà essere:

“COME POSSO ASSICURARE AL MIO RISTORANTE UN FLUSSO COSTANTE DI CLIENTI E DI RELATIVI INTROITI SENZA DOVER SPRECARE NECESSARIAMENTE UNA MONTAGNA DI SOLDI IN PUBBLICITÀ ?

La risposta è :

“APRENDO IL TUO RISTORANTE SOLO ED ESCLUSIVAMENTE LÌ DOVE SONO GIÀ I TUOI CLIENTI ED IN NESSUN ALTRO POSTO!”

Come si fà?

Scopriamolo!

Abbiamo descritto cosa è il CONCEPT ed abbiamo appreso che esso è il risultato dell’unione di tre Fattori i quali  identificheranno il nostro Ristorante e lo renderanno attrattivo solo per alcuni CLIENTI aventi per esempio Interessi, Abitudini, Stato Sociale simili, ovvero per tutti i CLIENTI aventi lo stesso PROFILO PSICOGRAFICO E DEMOGRAFICO.

L’Insieme di detti CLIENTI costituiranno il nostro TARGET CUSTOMERS, e quindi il nostro SEGMENTO DI CLIENTELA.

Fig. 4.1.4
PARAMETRI DEL SEGMENTO DI CLIENTELA

Detti Fattori influenzeranno anche la scelta del luogo ove detti Gruppi di Persone prediligeranno vivere o semplicemente frequentare e pertanto, le ZONE, i QUARTIERI, le VIE della Città, assimileranno gli stessi connotati dei loro Abitanti diventando grazie ad essi Punti di Interesse/Attrazione o semplice Stanziamento/Stazionamento.

Così come a parità di IDENTITÀ PSICOGRAFICA e GRUPPO DEMOGRAFICO un numero di Persone sceglierà lo stesso Ristorante invece che un altro, allo stesso modo sceglierà una stessa ZONA, QUARTIERE, VIA della Città da frequentare o abitare perché  si identificherà e si sentirà parte del Luogo e della Community venutasi a creare.

Fig. 4.1.5
INCIDENZA DEL PROFILO CLIENTE SULLA SCELTA DELLA LOCATION

A prescindere dalla nostra Superficialità, Vezzo, Spirito di Iniziativa, Coraggio, Delirio di Onnipotenza è lì che dovremmo aprire il nostro Ristorante ed in nessun altro posto.

Cerchiamo ora di fissare bene in mente il significato degli Indici che identificano il SEGMENTO DI CLIENTELA.

IDENTITÀ PSICOGRAFICA

Ogni CLIENTE/CONSUMATORE assume una serie di  caratteristici Atteggiamenti verso determinate tipologie di BENI MATERIALI ed IMMATERIALI o determinati VALORI che lo portano a scegliere, nel nostro caso, un Ristorante piuttosto che un altro.

Per lo stesso motivo ogni persona deciderà di frequentare o di abitare in una determinata ZONA, QUARTIERE, VIA della sua Città.
Detti Atteggiamenti tracciano una IDENTITÀ che prende il nome di IDENTITÀ PSICOGRAFICA.

Fig. 4.1.5
PARAMETRI DELLA IDENTITÀ PSICOGRAFICA

Gli amanti dell’Aria Aperta prediligeranno vivere in una ZONA della città ricca di Parchi, ameranno consumare i loro pasti presso BISTROT di Cucina Vegetariana, correre e dissetarsi con dei Centrifugati preparati in un caratteristico CHIOSCHETTO, trascorrere una sera d’estate, con Amici, sulla balconata di un Ristorante con vista sul mare e condividere le foto del giorno su Instagram e Facebook con il gruppo degli gli Amici della Palestra.

GRUPPO DEMOGRAFICO

Ogni differente ZONA, QUARTIERE, VIA della propria Città è caratterizzato dalla presenza di peculiari Tipologie di Persone.

Un QUARTIERE POPOLARE sarà abitato o frequentato da persone di Età, Sesso, tipo di Lavoro, Capacità di Spesa differenti dalle persone abitanti in un QUARTIERE RESIDENZIALE.

Tali Caratteristiche vengono chiamate CARATTERISTICHE DEMOGRAFICHE e connotano la presenza di differenti GRUPPI DEMOGRAFICI per ogni differente ZONA della Città.

Fig. 4.1.6
PARAMETRI DEL GRUPPO DEMOGRAFICO

Non potremo pretendere di aprire un Ristorante alla Moda in un QUARTIERE DORMITORIO POPOLARE perché quest’ultimo sarà abitato e frequentato da Gruppi di Persone di DEMOGRAFIA E PSICOGRAFIA diversi dai Gruppi di Persone che abitualmente frequentano e abitano in zone ricche di Cinema,Teatri e Appartamenti Residenziali.

Né potremmo pretendere di aprire una BISTROT-VINERIA in un quartiere abitato prevalentemente da gente di Cultura Islamica.

TRAFFICO NATURALE

Quante volte avete visto fiumi di Gente, d’estate, riversarsi sul Lungo Mare della Città, e riempire tutti i LOCALI della ZONA senza che questi ultimi abbiano speso un centesimo di Pubblicità?

Affinché ci si possa garantire il più alto numero di VISITATORI all’interno del nostro Ristorante, esso dovrà essere posizionato anche in un PUNTO e POSIZIONE che gli consenta di essere ben visibile, ben accessibile e soprattutto in un punto ad ALTO CALPESTIO/TRAFFICO NATURALE.

Il TRAFFICO NATURALE è rappresentato dal numero di Persone che abitualmente abita, frequenta e permane in una specifica ZONA, QUARTIERE, VIA della Città in determinati Orari, per determinate Necessità o in occasione di particolari Eventi.

Sta a noi saper intercettarlo affinché si trasformi, gratuitamente, in POTENZIALE CLIENTELA e in seguito in CLIENTE FIDELIZZATO.

Esso è composto da due elementi: TRAFFICO POTENZIALE E TRAFFICO OCCASIONALE.

Il TRAFFICO POTENZIALE è quello prodotto dagli Abitanti di una ZONA di riferimento grazie a loro quotidiani spostamenti a prescindere dal motivo.

Nel caso di un quartiere abitato per la maggior parte da Studenti Universitari, il TRAFFICO POTENZIALE potrebbe essere rappresentato dai loro spostamenti verso l’Università o verso un qualsiasi altro PUNTO di interesse.

Qui di sotto è mostrata la mappa dei Quartieri Universitari della città di Roma e i punti di interessi di maggior rilievo.

Fig. 4.1.7
TRAFFICO POTENZIALE NEI QUARTIERI UNIVERSITARI CITTÀ DI ROMA

Che CONCEPT, secondo voi, sarebbe più profittevole per questo tipo di Pubblico? In quale VIA? Quali DIMENSIONI?

Se dovessimo scegliere di aprire un RISTO-BAR per sole Donne, la percentuale di Pubblico generato dal TRAFFICO NATURALE sarebbe sufficiente ad assicurarci il giusto Introito giornaliero?

Il TRAFFICO OCCASIONALE, invece, è rappresentato dalle sole PERSONE di passaggio occasionale che frequentano e permangono in una determinata ZONA,  solo in determinati Orari, solo per determinate Necessità e/o solo in occasione di particolari Eventi.

Per esempio, il TRAFFICO OCCASIONALE  che visita il Ponte Vecchio di Firenze in un anno è  composto da circa 2.000.000 di turisti!

Non sarebbe male piazzarsi lì con un carrettino ambulante adibito alla preparazione di Crêpes!!

La Figura qui sotto rappresenta la disposizione PSICOGRAFICA e DEMOGRAFICA degli abitanti della Città di San Francisco.

Fig. 4.1.8
DISPOSIZIONE PSICOGRAFICA E DEMOGRAFICA DELLA CITTÀ DI SAN FRANCISCO

Se dovessimo decidere di aprire a San Francisco un Ristorante  di CUCINA VEGANA  sarebbe opportuno aprirlo in una ZONA deputata ad accogliere Mercatini Eno-Gastronomici per sfruttare l’alto afflusso giornaliero di Gente, ovvero il TRAFFICO NATURALE, che già frequenta e abita in quella ZONA e che è già abituata a mangiare cibi sani preparati deliziosamente.

Potremmo, inoltre, sfruttare la naturale propensione a muoversi di Gente curiosa e sensibile a detto TIPO DI CUCINA, che magari abita in altre ZONE della Città, per invitarli a visitare il “QUARTIERE DEL CIBO SALUTARE” e quindi il miglior RISTORANTE VEGANO, ovvero il Nostro.

Fig. 4.1.9

È facile rendersi conto che riempire ogni sera il nostro Ristorante diventerebbe più facile.

Il TRAFFICO NATURALE, a riprova della scelta di una giusta LOCATION, dovrebbe essere tale da assicurare il regolare svolgimento della propria Attività ed un naturale e fisiologico introito di RICAVI capaci di coprire tutti i COSTI DI GESTIONE GIORNALIERI ovvero il DAILY BREAK-EVEN e possibilmente l’ottenimento giornaliero di cospicui RICAVI.

Con una semplice, aggiuntiva e mirata campagna di MARKETING, potremmo garantirci un TRAFFICO/FLUSSO di Persone tale da assicurarci il SUCCESSO.

Cosa succederebbe se non attuassimo questo semplice accorgimento, strategia?

Cosa succederebbe se sopravvalutassimo le nostre POTENZIALITÀ e arrogantemente e superficialmente affermassimo di essere i migliori, i più innovativi ed attrattivi e che quindi potremmo aprire anche nel deserto perché certi di fare il pieno tutte le sere?

A mio avviso ci troveremmo ad affrontare un complicato futuro.

Sareste disposti a vedere il vostro LOCALE vuoto dal lunedì al giovedì?  Vuoto durante il cattivo tempo o l’eccessivo caldo? Vuoto per aver aperto in una stradina poco conosciuta ma con un FITTO dal COSTO contenuto?

No di certo.

Saremmo portati ad intraprendere una costosa e difficile Campagna di Marketing volta a ad attirare e assicurare un TRAFFICO/FLUSSO costante di gente.

200 euro al mese investiti in una Campagna di Marketing non sembrano una cifra esagerata se atti a sollevare le sorti di un Ristorante in difficoltà, ma rappresentano un sicuro decremento di Introiti, del valore di 4800 euro l’anno  a fronte di un ipotetico proficuo risultato.

E se vi dicessi che quei 4800 euro avremmo potuto investirli aggiungendoli al nostro Budget d’Affitto per la scelta di un Locale posto in una LOCATION migliore?

E se vi dicessi che un Ristorante che funziona davvero, grazie ad un azzeccato CONCEPT e LOCATION può incassare in un solo giorno un importo pari  o superiore a quello dell’Affitto senza la necessità di spendere un solo centesimo in Pubblicità o che si voglia  Azione di Marketing ?

E se vi dicessi che alcuni locali, sorti in LOCATION sbagliate, in un arco di un mese, non riescono nemmeno a racimolare i soldi per pagarlo?

Nel prossimo Articolo scopriremo come capire e giudicare se la struttura di un LOCALE  è consona al nostro CONCEPT e se il Prezzo d’Affitto è adeguato.

Scopriremo in oltre il motivo per cui alcuni Ristoranti dal CONCEPT brillante, nonostante siano ubicati in un ottima posizione, appaiano sempre vuoti. Se sei curioso clicca qui.

LA CONCORRENZA

Il Economia  il termine CONCORRENZA identifica tutte quelle Aziende che a parità di Settore di Mercato offrono Prodotti e Servizi simili ad un’Azienda di riferimento.

Attraverso lo studio e l’analisi dei CONCORRENTI è possibile tracciare e monitorare i loro Punti di Forza e Debolezza al fine di pianificare Strategie atte a migliorare l’EFFICIENZA della propria Azienda affinché diventi Leader del Settore.

Ci sono tanti modi per sbaragliare la CONCORRENZA,
Il modo più semplice è quello di ESSERE UNICI, sin dal primo Istante.
Altrimenti bisogna essere pronti ad affrontare una corsa, senza esclusione di colpi, durante la quale è richiesta, sempre, la massima EFFICIENZA.

Come si fa ad ESSERE UNICI fin dal primo Istante?

Come ho già spiegato nel Post dedicato al “POTENZIALE DI RIUSCITA” , affinché si possa migliorare la propria Efficienza, è necessario acquisire nel TEMPO la maggior quantità possibile di CONOSCENZA, ABILITÀ ed ESPERIENZA.

Nel caso di uno Sportivo è facile intuire che dovrà investire il suo TEMPO in costanti allenamenti, per acquisire la Tecnica e l’Abilità per migliorare le proprie Prestazioni e aspirare a vincere.

Stessa cosa vale per un Cuoco.
Il suo TEMPO sarà caratterizzato da anni di gavetta, trascorsi tra i fornelli, per passare dal pelar patate a preparare il pranzo per i Principi di Inghilterra.

E nel nostro caso?

Non vi preoccupate, non dovremo sudare a pelar patate.

Presupposto che abbiate per lo meno un minimo di Esperienza nel campo della Ristorazione dovrete fare un operazione molto semplice.

Dovrete prendere una penna, un taccuino e  tutto il Tempo necessario per fare una passeggiata nella POTENZIALE ZONA designata ad ospitare il vostro Ristorante.

Basterà sedersi su una panchina e controllare il TRAFFICO/FLUSSO DI GENTE  diviso per FASCE ORARIE.

Poi dovrete passare di vetrina in vetrina ed annotare tutte le Caratteristiche dei nostri CONCORRENTI DI RIFERIMENTO partendo dall’Esterno del loro LOCALE per poi arrivare a studiarne l’Interno.

Aspetto dell’Insegna e Vetrina, aspetto degli Arredi esterni , aspetto dell‘Ingresso, grandezza della Sala Interna, dell’Angolo Bar, Bancone Pizzeria, il numero e sistemazione dei Tavoli, il loro arredo, la qualità della Luce, fino ad arrivare allo studio del MENU, il LOGO, la sua impaginazione, le pietanze, i loro prezzi testando la Qualità dei loro prodotti e servizi per scoprirne i Segreti o per carpire il “Senso del Tutto”, la“BIG INTUITION”.

Poi, tornati a casa, basterebbe impiegare un po’ del proprio Tempo a navigare su Internet per  confrontare i dati raccolti con le Statistiche riportati da i Siti del settore.

Quanti di voi si sono mai cimentati personalmente in questa indagine e ricerca prima di giurare sull’assoluta eccezionalità del proprio CONCEPT?

Quanti di voi pensano che tutto ciò sia in realtà una perdita di Tempo?

Per diventare UNICI basta monitorare costantemente la CONCORRENZA e adeguare la propria STRUTTURA ai nuovi STANDARD venutisi a creare nell’intento di superarli.
Se ciò non è possibile bisogna mirare ad essere per lo meno dei buon SECONDI o bisogna accontentarsi di quel che viene.
Anche se si tratta di SCONFITTA.

Se decidiamo di aprire un Ristorante, che senso avrebbe aprirne uno simile ad altri già presenti in quella ZONA?

Se il vostro CONCEPT non è Unico perché non è frutto di un Colpo di Genio o non è frutto di una profonda Analisi di Mercato atta a trovare il Prodotto/Servizio mancante nel range dell’Offerta , dovrete tener conto dei seguenti Parametri di valutazione per la scelta della vostra giusta LOCATION.

Presupposto che abbiate già individuato il vostro SEGMENTO DI CLIENTELA e dove esso è UBICATO è buona norma iniziare ad individuare quali sono i vostri CONCORRENTI.

I CONCORRENTI si dividono DIRETTI, INDIRETTI , COMPLEMENTARI e POTENZIALI

CONCORRENTI DIRETTI

I CONCORRENTI DIRETTI sono rappresentati da tutte quelle Aziende che offrono gli stessi Servizi o Prodotti o uguali a quelli della propria Azienda ed immessi sul Mercato sulla stessa Fascia di Prezzo.

Nel caso dell’apertura di un Ristorante, la presenza di ATTIVITÀ simili alla nostra, nella ZONA da noi prescelta, potrebbe essere il segnale che quella è la ZONA giusta.

Ma siamo sicuri che ci sia abbastanza TRAFFICO NATURALE tale da assicurare il giusto numero di CLIENTI per noi e per i Ristoranti vicini, nostri CONCORRENTI?

Il TRAFFICO si dividerebbe e frazionerebbe inevitabilmente.

A meno che non risultassimo subito, per una qualsiasi ragione, i MIGLIORI, nei primi tre mesi avremmo l’impressione di vedere il nostro Ristorante sempre pieno, poi, smaltito l’EFFETTO CURIOSITÀ, rischieremmo di vedere il nostro Ristorante svuotarsi lentamente fino a raggiungere una fase di stallo.

Potremmo risultare i MIGLIORI per la nostra Capacità di  offrire il Miglior Prodotto con il Miglior Servizio al Miglior  Prezzo, ma i Costi per sostenere tale Strategia potrebbero risultare insostenibili nonostante gli apparenti forti Incassi e causare uno stato di Crisi.

In tal caso inizierebbe una vera e propria battaglia fatta di costose Azioni di Marketing, di ribassi dei Prezzi di Vendita, ribassi della Qualità dei Prodotti e così via, tutto fatto nell’intento di accaparrarsi e di rubare una FETTA DI CLIENTELA!

Avete davvero voglia di cimentarvi in tutto questo?

CONCORRENTI INDIRETTI

I CONCORRENTI INDIRETTI, detti anche SUCCEDANEI, sono rappresentati da tutti coloro che offrono Prodotti, Servizi e Prezzi simili ad un’Azienda di riferimento.

Se decidessimo di aprire un PUB che prevede la preparazione di Hamburger Sandwiches, potremmo avere, nei paraggi, come nostri CONCORRENTI INDIRETTI, la presenza di PIADINERIENORCINERIE,  KEBABBERIE e così via.

Potrebbero non avere nulla a che fare con il Livello di Qualità dei nostri prodotti e servizio, ma il TRAFFICO NATURALE ne potrebbe comunque esserne attratto, facendo diminuire il nostro bacino di UTENZA POTENZIALE.

Anche in questo caso inizieremmo a inventarci l’impossibile pur di vedere il nostro PUB pieno.

Avete mai visto pubblicizzare un Hamburger, all’interno di un PUB, con lo slogan: “NOI LO FACCIAMO MEGLIO DEI VICINI?” o “MEGLIO MEZZO HAMBURGER CHE CENTO KEBAB” ?

Bene, se l’avete letto sappiate che la Cassa  di quel PUB  non è in buona salute!

CONCORRENTI COMPLEMENTARI

I CONCORRENTI COMPLEMENTARI sono rappresentati da tutte quelle Aziende che pur vendendo principalmente Prodotti e Servizi differenti da un’Azienda di riferimento, comunque contemplano nella loro offerta Prodotti e Servizi simili.

Questo avviene nel caso di un PUB nei confronti di un  BAR-CAFFETTERIA dove nonostante il CORE BUSINESS sia rappresentato dalla vendita di Caffè e prodotti per la Prima Colazione, è facile trovare la presenza di Tramezzini Confezionati e Primi e Secondi Piatti Surgelati.

CONCORRENTI POTENZIALI

I CONCORRENTI POTENZIALI sono rappresentati da tutte quelle Aziende che potrebbero immettersi nella stessa fascia di mercato nell’immediato futuro.

Essi potrebbero essere tendenzialmente più performanti di noi in quanto potrebbero aver studiato meglio il Mercato ed avere adottato tutte le Strategie necessarie per essere più Competitivi.

Pertanto sarebbe auspicabile preventivare la nascita di nuovi CONCORRENTI cercando di Implementare e Migliorare costantemente i propri Prodotti e Servizi.

Una delle Strategie adottate da alcuni Imprenditori del Mondo della Ristorazione è quella di Monopolizzare una ZONA della città in forte espansione attraverso l’apertura di più CONCEPT tutti diversi capaci di attirare il più disparato Pubblico.

In tal caso si creerebbe un indotto capace di attirare un Pubblico enorme ed eterogeneo che avrebbe l’impressione di mangiare in posti diversi, ma in realtà facenti capo ad un’unica Proprietà.

Ciò avviene in larga scala nei Centri Commerciali o Parchi Tematici con il risultato di strappare ai fornitori di Materie Prime ottimi prezzi grazie alla richiesta centralizzata di grandi quantità di Approvvigionamento.

Parleremo in seguito di questo argomento, nel frattempo seguiteci e leggete il prossimo Articolo nella sezione BUSINESS PLAN,  dove scopriremo i criteri per giudicare se la struttura di un LOCALE  è consona al nostro CONCEPT e se il prezzo d’Affitto è adeguato.

Prima di lasciarvi , però vorrei riassumere alcuni Concetti fondamentali di questo Post:


RESTAURANT CONCEPT: Insieme delle caratteristiche e peculiarità che identificano un Ristorante attraverso il TIPO DI CUCINA, STILE DI DESIGN e LIVELLO DI SERVIZIO

THE BIG INTUITION: ciò che attira, impressiona e si imprime nella mente di un CLIENTE portandolo pian piano ad scegliere e ad affezionarsi ad un PRODOTTO/SERVIZIO invece che ad un altro.

CLIENTE: colui che  si avvale dei PRODOTTI/SERVIZI forniti da uno stesso PRODUTTORE/FORNITORE in modo Ripetuto ed Abituale. 

IDENTITÀ PSICOGRAFICA: Insieme degli Atteggiamenti assunti da un CLIENTE/CONSUMATOREverso determinate tipologie di BENI MATERIALI ed IMMATERIALI o determinati VALORI.

GRUPPO DEMOGRAFICO: Insieme di PERSONE accomunate dalle stesse caratteristiche demografiche come Sesso, Età, Religione, Occupazione, Capacità di Spesa, Stato Sociale

TRAFFICO NATURALE: numero di PERSONE che abitualmente abita, frequenta e permane in una specifica ZONA, QUARTIERE, VIA della Città in determinati Orari, per determinate Necessità o in occasione di particolari Eventi.

CONCORRENZA: insieme delle AZIENDE che a parità di Settore di Mercato offrono PRODOTTI/SERVIZI simili ad un’Azienda di riferimento.


Se vuoi, puoi consultare il nostro Indice Analitico grazie al quale potrai agevolmente navigare nel nostro BLOG avendo l’impressione di leggere un libro.

Altrimenti passa alla lettura del prossimo Articolo nella sezione BUSINESS PLANNING.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*